Manutenzione caldaia

La manutenzione delle caldaie deve avvenire ad intervalli regolari, rispettando le indicazioni della casa produttrice presenti nel libretto del proprio dispositivo. Inoltre leggi ambientali prescrivono di effettuare la manutenzione abbinata ad un controllo di emissione fumi, eseguito con un’analisi specifica che ha cadenze diverse a seconda del potere termico dell’impianto della caldaia. Ad esempio fino a 35 KW la prescrizione è ogni due anni.

La manutenzione ha diversi vantaggi ed è per questo che non è solo importante, ma fondamentale:

• Il rispetto delle leggi per evitare sanzioni nei confronti di utilizzatori inadempienti.
• Economicità di gestione e quindi di risparmio.
• Una caldaia sottoposta a manutenzione annuale mantiene nel tempo elevate prestazioni con conseguenti migliori performance di utilizzo.
• Rispetta l’ambiente, ed è sicura.
• Durante la manutenzione ordinaria il tecnico accerta il perfetto funzionamento dei dispositivi di sicurezza della caldaia.

Interventi di manutenzione ordinaria

Le precauzioni ordinarie che riguardano la caldaia e la relativa regolamentazione legislativa sono finalizzate innanzitutto a garantire la sicurezza delle persone e delle cose. Le caldaie che non ricevono adeguata manutenzione possono andare incontro a problemi di funzionamento più o meno rilevanti, che potrebbero arrivare nei casi peggiori anche all’esplosione. Per questo motivo la normativa regola l’effettuazione della manutenzione ordinaria e straordinaria, sebbene la scadenza viene stabilita dalle case produttrici in base al modello ed alle caratteristiche tecniche della macchina.

Per essere sicuri che la manutenzione venga eseguita correttamente, a regola d’arte ed a intervalli corretti, è bene affidarsi a tecnici professionisti qualificati e certificati.